Maharashtra Industrial Development28.06.2011 Il Maharashtra Industrial Development Corporation (MIDC), l’Agenzia statale nata per favorire gli insediamenti industriali, ha chiesto il permesso di creare 30 Special Economic Zones (SEZs).

Le SEZs sono territori che godono di una fiscalità di vantaggio: negli anni, però, sono diventate meno attrattive per l’imposizione di una tassa minima e procedure non sempre trasparenti.
Secondo quanto trapela dal MIDC, la proposta prevede per le Special Economic Zones tre distinti modelli.
Nel primo modello, che comprende 16 SEZs, l’unico soggetto preposto allo sviluppo del progetto di insediamento è il MIDC; nel secondo modello con 7 SEZs si ipotizza un sistema a partecipazione mista pubblico – privato; le restanti 7 SEZs verrebbero gestite da joint ventures.
E dei 16 in cui MIDC è stato l'unico sviluppatore, due sono già operative, una a Hinjewadi vicino a Pune e un altro a Shendra, vicino a Aurangabad. Altre due, una a Phaltan e un’altra a Kesrudi-Khandala, saranno operative entro 6 mesi. La SEZ Hinjewadi è in fase III del parco IT, mentre il SEZ Phaltan accoglie la Cummins India, leader nella produzione di motori diesel e a gas. I 110 ettari di Kesurdi Khandala sono destinati alla Helvoet, altro importante produttore nel settore Automotive.
MYM intende avviare uno Studio sulle SEZs che appena pronto verrà inviato ai destinatari della newsletter.

Iscrizione alla Newsletter

La newsletter vuole favorire la condivisione di informazioni utili allo sviluppo del business.

Il servizio è particolarmente indicato per approfondire le informazioni provenienti dal mercato indiano, in quanto le opportunità  vanno indirizzate.

La newsletter ci consentirà inoltre di tenere conto dei suggerimenti e dei contributi che possano portare a costruire nuove opportunità di business insieme con i nostri clienti.

 

There is no list available.